Cosa vedere in Emilia Romagna

I nostri 10 consigli su cosa vedere in Emilia Romagna

Non sai cosa vedere in Emilia Romagna? Bene .. questo articolo vuole aiutarti a capire cosa visitare con una vacanza. Tutti coloro che viaggiano da Firenze (la mia guida) a Venezia (cosa vedere in 10 giorni) o viceversa attraversano l’Emilia Romagna e la sua città più grande, Bologna. Questa regione italiana è spesso a malapena una zona di transito e solo pochi fanno tappa nel loro viaggio da o verso la Toscana. Peccato, perché sono tante le attrazioni turistiche dell’Emilia Romagna. È una terra ricca di bellezza, fascino e tradizioni. E se ti stai ancora chiedendo perché dovresti visitare l’Emilia Romagna, prenditi qualche minuto per leggere questo articolo.

1. La Regione Emilia Romagna

L’Emilia-Romagna, è la sesta regione italiana per estensione, e davvero è possibile vedere e fare diverse esperienze. Nelle province emiliane occidentali come Parma e Modena, i vacanzieri possono assaggiare alcuni dei cibi più rinomati della cucina italiana. Nelle province orientali della “Romagna”, i viaggiatori possono godere di leggendarie viste escursionistiche sulle montagne di San Marino, deliziosi vigneti e vini rossi nella zona di Ravenna e tramonti dorati lungo le spiagge sabbiose di Rimini.

La Regione Emilia-Romagna ha così tanto da offrire con persone fantastiche da conoscere. Si potrebbe certamente programmare un itinerario di vacanza incentrata interamente nella conoscenza di questa fantastica terra.

Cultura gastronomica

I viaggiatori di tutto il mondo conoscono il cibo di Bologna , il capoluogo dell’Emilia-Romagna pieno di portici. Ma Bologna è solo la punta della food valley dell’Emilia-Romagna. Con altre città tra cui Modena, Parma, Ferrara, Ravenna e Rimini, la regione Emilia-Romagna ha un’ampia varietà di destinazioni, ognuna delle quali offre esperienze culinarie indimenticabili.

La maggior parte dei viaggiatori conosce il Parmigiano Reggiano (sito ufficiale). Gli amanti del formaggio non dovrebbero però fermarsi a questo ‘re dei formaggi’: l’Emilia-Romagna produce anche formaggi unici come il formaggio di Fossa (link al sito) che merita un assaggio. Ogni esperienza mette in mostra il cibo e il vino locale in un modo diverso. Inoltre sono tutti modi divertenti per entrare in contatto con la cultura gastronomica locale. Ecco i miei primi undici consigli:

Il gelato di Bologna

Il gelato non è stato inventato in Emilia-Romagna, ma il gelato italiano cremoso è migliore nella ricca regione italiana (Emilia Romagna) che in qualsiasi altra parte del mondo. Puoi mangiare il gelato in più di una dozzina di ottime gelaterie nella frenetica Bologna o inghiottire coni più lontano da Gelateria Bloom a Modena, Cremeria Capolinea a Reggio Emilia e Ciacco Lab a Parma.

I veri amanti del gelato possono visitare lo stabilimento Carpigiani appena fuori Bologna per un’esperienza ancora più completa. Carpigiani, il principale produttore di macchine per gelato, ha un Gelato Museum interattivo che ripercorre le radici del gelato in Mesopotamia, Roma e Grecia.

I visitatori del Gelato Museum possono partecipare all’esperienza aziendale Discovering Gelato che include una visita guidata al museo, una lezione di gelateria e, soprattutto, una degustazione di gelato. Ma orma quali sono i luoghi che dovresti visitare almeno una volta nella vita.

1. Dozza

Su una collina tra Bologna e Imola si trova Dozza, un bel borgo classico dall’aspetto medievale, con una svolta inaspettata. L’intero villaggio è una galleria a cielo aperto con circa 100 opere esposte ovunque. I murales adornano pareti, porte e archi, mettendo in mostra una varietà di stili di molti artisti diversi. Le visite guidate devono essere prenotate in anticipo ma sono sempre aperte e accessibili a tutti. Ogni due anni, artisti importanti sono invitati a contribuire alla collezione, mantenendola all’avanguardia. E nell’enoteca regionale, più di 800 vini dell’Emilia-Romagna sono disponibili nella bellissima cantina.

2. Ravenna, perla dell'Impero Romano

Ravenna si trova sulla costa orientale dell’Emilia-Romagna, a circa un’ora di macchina dall’aeroporto di Bologna. Ci sono otto siti patrimonio dell’Unesco , per lo più in onore del fatto che la città è stata l’ultima capitale dell’impero romano d’Occidente. Mentre molti edifici del VI secolo furono costruiti in onore del re Teodorico il Grande, in seguito fu considerato un eretico: nella Basilica di Sant’Apollinare Nuovo sostituirono le piastrelle nei mosaici in cui è raffigurato, lasciando solo le sue mani. Uno dei ristoranti più suggestivi è Ca ‘de Ven , un palazzo del XV secolo dove la piadina , la tradizionale focaccia romagnola, viene preparata ai fornelli accanto alla tua tavola.

3. Pedalare vicino al PO

La pista ciclabile Destra Po corre lungo il famoso fiume che scorre attraverso l’Emilia-Romagna. È facile raggiungere le rive del fiume dalla meravigliosa città medievale di Ferrara, da dove ci si può dirigere a valle verso l’abitato di Ro. Poco prima, un famoso mulino fluviale è un ottimo posto per un picnic: fai il pieno di salumi e formaggi locali prima di partire. Il percorso pianeggiante consente di ammirare la vista sul fiume e sulle pianure circostanti. Le biciclette possono essere noleggiate a buon mercato a Ferrara.

4. Le colline

Nell’ovest della regione, affascinanti palazzi di campagna e borghi fortificati furono eretti su incantevoli colline nelle terre un tempo note come Ducato di Parma e Piacenza, che ora sono a solo un’ora di auto da Milano. Le zone di Castell’Arquato, Vigoleno, Soragna e Bardi, per citarne solo quattro, vantano un’incredibile ricchezza culinaria, dai vini (da provare il Gutturnio rosso e la Malvasia bianca) ai formaggi e le prelibatezze di maiale: il crudo di Parma alla coppa e al salame. L’area è il luogo di nascita di Giuseppe Verdi e ospita il labirinto più grande del mondo : potresti assistere a un concerto lì.

5. Le auto

Muoviti velocemente e potrai inserire la santissima trinità delle supercar in un weekend in Emilia-Romagna. Sfreccia al Museo Ferrari di Maranello, che traccia l’ascesa dell’auto da corsa sotto Enzo Ferrari, quindi fermati per vedere alcune delle auto più venerate al mondo al Museo Enzo Ferrari di Modena. Puoi metterti al volante di una Ferrari; Il vicino museo Lamborghini di Sant’Agata Bolognese mette in mostra la potenza del motore. Risparmia il meglio fino alla fine con un tour della fabbrica della meravigliosa Pagani, a San Cesario sul Panaro, Modena. Non vorrai mai più guidare la tua auto … 

6. Passeggia per i portici di Bologna

Bologna ha 38 km di Portici, in modo da poter passeggiare in ombra o al riparo dalla pioggia per visitare le sue numerose belle chiese. Il mio preferito è Santo Stefano, che mi ha ricordato una bambola russa, composta da sette chiese costruite l’una nell’altra. Ho adorato anche la più piccola Santa Maria della Vita (Via Clavature), con la bellissima e commovente scultura rinascimentale di Niccolò dell’Arca di sette figure in terracotta, Compianto sul Cristo morto (nella foto).

7. Bologna

Il capoluogo dell’Emilia-Romagna, Bologna, ha molto da offrire, dall’atmosfera colta dell’università più antica d’Europa, a un’economia fiorente (la più sana d’Italia), al suo centro medievale ben conservato e alla cucina che anche altri italiani considerano il migliore del paese.

Bologna è una città fantastica per passeggiare, poiché il suo centro piatto è chiuso al traffico automobilistico nei fine settimana ei suoi marciapiedi sono coperti da portici ad arco svettanti per proteggere i pedoni dalle intemperie. I punti salienti da vedere includono le Due Torri, due alte torri di avvistamento medievali, una delle quali ha una marcata magra, oltre a Piazza Maggiore, una delle piazze più grandi d’Europa.

8. Parma

La fertile campagna che circonda Parma ne fa un granaio per due dei cibi più amati d’Italia: il prosciutto di Parma, un prosciutto crudo e il formaggio Parmigiano Reggiano piccante. Non lasciare Parma senza aver assaggiato entrambe queste prelibatezze e magari averne comprato un po’ da mettere in valigia.

Ma a Parma c’è molto di più che prosciutto e formaggio. Ha un centro storico incantevole e compatto con diverse chiese importanti, tra cui la cattedrale principale e un battistero risalente alla fine del 1100. Il Palazzo di Pilotta ospita diversi musei e un teatro del XVII secolo interamente costruito in legno. Il teatro fu in gran parte distrutto durante i bombardamenti aerei della seconda guerra mondiale, ma ricostruito dopo la guerra.

9. Modena

In quanto patria dell’amato tenore Luciano Pavarotti e del leggendario produttore di automobili Enzo Ferrari, luogo di nascita dell’aceto balsamico, sede di uno dei ristoranti più apprezzati al mondo e patrimonio mondiale dell’UNESCO, Modena ha molto di cui vantarsi.

Piano di trascorrere qualche ora nella sua Patrimonio dell’Umanità Centro Storico , degustare e acquistare qualche reale aceto balsamico, visitare i palazzi e gli edifici civili del Este, una volta che la famiglia regnante di Modena, e musei tour dedicato alla Ferrari e Pavarotti.

11. Ravenna

In quanto patria dell’amato tenore Luciano Pavarotti e del leggendario produttore di automobili Enzo Ferrari, luogo di nascita dell’aceto balsamico, sede di uno dei ristoranti più apprezzati al mondo e patrimonio mondiale dell’UNESCO, Modena ha molto di cui vantarsi.

Piano di trascorrere qualche ora nella sua Patrimonio dell’Umanità Centro Storico , degustare e acquistare qualche reale aceto balsamico, visitare i palazzi e gli edifici civili del Este, una volta che la famiglia regnante di Modena, e musei tour dedicato alla Ferrari e Pavarotti.

12. Ferrara

Nell’elegante città murata di Ferrara si avverte chiaramente l’impronta della nobile famiglia estense, che governò la città fino al 1600. Il massiccio Castello Estense de Ferrara domina la città e può essere visto da diversi punti panoramici lungo le quasi sei miglia di mura della città, che possono essere percorse a piedi o in bicicletta. La cattedrale romanica del XII secolo ha interni imponenti e suggestivi.

13. Rimini

Se sei pronto per una vacanza al mare nel tuo itinerario italiano, dirigiti a Rimini, una delle principali località balneari della costa adriatica. Questa vivace città offre più di nove miglia di spiagge di sabbia fine, oltre a un lungomare fiancheggiato da bar, ristoranti, hotel e negozi. Anche il centro di Rimini è interessante, con rovine romane, una bella piazza centrale e diversi musei.

14. Piacenza

Se vuoi rallentare il ritmo del tuo viaggio e visitare una piccola e autentica città dell’Emilio-Romagna, Piacenza è un buon posto dove fermarti, soprattutto se sei in viaggio per Milano o per i laghi. Piazza Duomo e Piazza Cavalli costituiscono il cuore del suo centro, che contiene diversi palazzi e chiese interessanti. Le terre piacentine sono famose per la produzione di vini sia rossi che bianchi, oltre che di riso, mais e maiale utilizzati in innumerevoli varietà di salumi.

Contenuti del articolo

Cosa vedere a Cefalù

Le migliori cose da vedere e fare a Cefalù (Sicilia) Cosa vedere a Cefalù? Se questa è la tua domanda, in questo articolo cercherò

Cosa vedere a Venezia in 10 giorni

Cosa vedere a Venezia in 10 giorni? Il miei consigli per una lunga vacanza nella Regina dell’Adriatico Se è da tempo che desideri visitare

Cosa vedere a Noto

L’architettura probabilmente non è la prima cosa a cui la gente pensa quando immagina la Sicilia. Eppure, c’è nell’isola un luogo famoso per la

Cosa vedere a Palermo

Le migliori da vedere e fare a Palermo Cosa vedere a Palermo? Ci sono molti luoghi affascinati e ricchi di storia da poter visitare,

Cosa vedere a Chiusi

Cosa vedere a Chiusi: Città di origine Etrusca Cosa vedere a chiusi? In questa guida ti aiuterò a capire quali sono i luoghi più

Cosa vedere in Emilia Romagna

I nostri 10 consigli su cosa vedere in Emilia Romagna Non sai cosa vedere in Emilia Romagna? Bene .. questo articolo vuole aiutarti a

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *