Cosa vedere a Roma in 3 giorni

Sì, puoi vedere tutto (non proprio ma puoi vedere molto in 3 giorni)

Cosa vedere a Roma in 3 giorni? Ti stai chiedendo cosa fare e come sistemare tutto? Sei nel posto giusto! Dopo anni passati ad aiutare migliaia di persone a pianificare i loro viaggi a Roma, ho imparato che ci sono alcuni luoghi abbastanza comuni nei viaggi di molti visitatori a Roma, soprattutto se è la loro prima volta. Roma è famosa per essere una delle mete più storiche, colte e romantiche del mondo, e che tu sia in visita per gustare dell’ottimo cibo o per vedere le bellezze della città, non rimarrai deluso!

Roma è piena di attrazioni, con migliaia di anni di storia stratificati: qui troverai di tutto, dalle rovine romane all’arte rinascimentale. È anche sede di cibo fantastico, Città del Vaticano e attrazioni come la Fontana di Trevi, il Colosseo e Piazza di Spagna.

Certamente 3 giorni a Roma non sono sufficienti per vedere assolutamente tutto ciò che la città ha da offrire, ma è sicuramente sufficiente per vedere tutti i punti salienti se gestisci il tuo tempo in modo efficace.

Con un focus sui punti salienti di Roma in post, volevamo condividere quello che penso sia un eccellente itinerario per tre giorni a Roma, che copre le attrazioni che i visitatori di Roma probabilmente vorranno visitare a tutti i costi. Questo copre tutti i principali punti salienti della tua visita di tre giorni nella Città Eterna.

Seguendo l’itinerario, questo post è poi ricco di suggerimenti e consigli per visitare Roma che ti aiuteranno a ottenere il massimo dal tuo soggiorno, oltre a risparmiare sull’ingresso alle attrazioni, i trasporti e l’alloggio.

Per ottenere il massimo dal tuo viaggio e per essere sicuro di vedere tutte le principali attrazioni, dovrai pianificare un po’ in anticipo e persino prenotare l’orario di ingresso alle attrazioni principali, altrimenti perderai tempo in fila inutilmente e persino perdere la possibilità di visitare.

Non preoccuparti, spieghiamo tutto in questo post per aiutarti a risparmiare tempo e sfruttare al massimo il tuo budget, qualunque esso sia.

Ora iniziamo con la nostra guida alle migliori cose da fare a Roma in 3 giorni.

Roma in 3 giorni: 1 giorno

Questa guida a Roma è piuttosto completa, quindi sentiti libero di adattarla ai tuoi interessi. Tuttavia è certamente possibile fare tutto in questa guida con 3 giorni a Roma. Ora iniziamo con la nostra guida alle migliori cose da fare a Roma in 3 giorni.

Città del Vaticano

La Città del Vaticano è la prima cosa nella nostra lista per la tua visita a Roma. È un paese a sé stante, all’interno di Roma, e ospita siti di fama mondiale tra cui i Musei Vaticani , la Cappella Sistina e la Basilica di San Pietro. Ti consigliamo di venire qui presto e di andare direttamente ai Musei Vaticani con il tuo biglietto. Tratteremo i modi per saltare le code a Roma più avanti in questo articolo, ma se acquisti un pass Omnia Roma e Vaticano, avrai la possibilità di prenotare in anticipo una fascia oraria per l’ingresso salta fila.

Un’altra opzione è prenotare i tuoi biglietti online direttamente dal Vaticano, che ti darà l’accesso prioritario ai Musei Vaticani. Se hai intenzione di vedere la maggior parte delle attrazioni nel mio itinerario, questa non è la mia opzione consigliata, ma volevo assicurarmi che tu sapessi che è un’opzione.

Le porte dei Musei Vaticani aprono alle 9:00, quindi ti consiglio di organizzare il tuo ingresso al mattino presto. I Musei Vaticani diventano molto affollati con l’avanzare della giornata, quindi arrivare presto ti permetterà di godertelo per un po’ prima che diventi troppo affollato. C’è molto da vedere nei Musei Vaticani, che si estendono su 7 km di mostre, quindi potresti trascorrere molto tempo qui. I miei preferiti includono la Sala delle mappe, la Cappella Sistina e la favolosa tromba delle scale di uscita a doppia elica.

Castel Sant'Angelo

Originariamente costruito come mausoleo per l’imperatore Adriano, il Castel Sant’Angelo è situato sulle rive del fiume Tevere da duemila anni. In quel periodo si è evoluto, da ruolo iniziale di tomba, è diventato una fortezza, un castello e, infine, un museo. Oggi è aperto al pubblico e puoi salire fino in cima, per ammirare splendidi panorami della città. Potrai anche ammirare le tecniche di costruzione che gli hanno permesso di sopravvivere per due millenni.

Castel Sant’Angelo è aperto tutti i giorni dalle 09:00 alle 19:30.

Piazza del Popolo

Da Castel Sant’Angelo è una piacevole passeggiata di venti minuti lungo le rive del fiume Tevere fino a Piazza del PopoloQuesta era la posizione della porta nord di Roma, ed è qui che, per innumerevoli anni prima che treni, aerei e automobili, i viaggiatori arrivassero effettivamente a Roma. Da qui, tre strade si estendono verso sud in una formazione tridente, con la strada centrale, la Via del Corso, che corre dritta attraverso il centro di Roma fino a Piazza Venezia. In origine questo sarebbe stato il percorso dalla porta nord di Roma al Foro Romano. Al centro della piazza si trova un obelisco egizio, risalente al regno di Ramses II, che fu portato a Roma nel 10 a.C. e collocato in questa piazza nel XVI secolo. Sul lato sud della piazza si trovano le chiese gemelle di Santa Maria in Montesanto e Santa Maria del Miracoli, sedute su entrambi i lati di Via Corso.

Piazza di Spagna

È possibile accedervi camminando in direzione sud-est attraverso i Giardini di Villa Borghese e lungo Viale della Trinità dei Monti.

Questa scala di 135 gradini fu aperta nel 1735 per collegare l’ambasciata spagnola in fondo alla scalinata alla scala Trinità dei Monti in cima, e oggi è un luogo popolare dove fermarsi, mangiare un gelato e per scoprire l’atmosfera romana. Sono stati resi particolarmente popolari nel film del 1953 Vacanze romane, con Audrey Hepburn. Si noti che a partire da agosto 2019 non è più consentito sedersi su Piazza di Spagna poiché sono stati classificati come monumento, e se lo fai c’è il rischio di essere multati. 

Fontana di Trevi

Continuando le nostre imperdibili attrazioni di Roma, la nostra prossima tappa nel nostro vagabondaggio per Roma, è la Fontana di Trevi. Questa è la fontana barocca più grande del mondo ed è sempre un luogo popolare, a qualunque ora del giorno (o della notte!) Visiti. Costruito all’inizio del XVIII secolo, si dice che se lanci una moneta nella fontana, sei sicuro di tornare a Roma. Questo sembra essere un passatempo popolare, poiché ogni giorno vengono gettati nella fontana oltre tremila euro di monete. Questi vanno a una buona causa: ogni notte le monete vengono rimosse dalla fontana e utilizzate da un ente di beneficenza che aiuta chi ha bisogno di cibo.

Il Pantheon

A pochi passi dalla Fontana di Trevi si trova l’incredibile PantheonQuesto edificio, che esiste da quasi 2.000 anni, è il monumento romano antico meglio conservato a Roma, e ti sfido a non rimanere colpito dalla sua incredibile cupola, che ancora oggi, a duemila anni dalla sua costruzione, custodisce ancora record come la più grande cupola in cemento armato del mondo. Originariamente costruito come tempio degli dei romani, il Pantheon fu convertito per essere utilizzato come chiesa cristiana nel 609 d.C., motivo principale per cui sopravvive oggi in condizioni così eccellenti. È anche noto per essere la dimora delle tombe di un certo numero di persone importanti, tra cui il pittore Raffaello e due re italiani.

Piazza Navona

Questo è stato un primo giorno impegnativo a Roma! Ti consiglio di concludere la tua avventura con una visita a Piazza Navona. Questo è stato uno spazio pubblico designato dal XV secolo ed è pieno di splendida architettura barocca. La sua caratteristica più famosa è senza dubbio la fontana del Bernini, che si trova al centro: la Fontana dei Quattro Fiumi, che risale al 1651.

Giorno 2: itinerario di Roma

Colosseo

Il nostro secondo giorno a Roma inizia con un altro punto culminante di Roma: il Colosseo. Costruito in epoca romana come spazio per lo spettacolo pubblico, il Colosseo è famoso soprattutto per essere la dimora dei gladiatori, che si sfidavano di fronte a un pubblico che poteva contare fino a 80.000 persone.

Il Colosseo è il più grande anfiteatro del mondo e, nonostante abbia subito alcuni danni nei suoi duemila anni di esistenza, è ancora estremamente impressionante da visitare.

È una delle destinazioni più popolari a Roma per i visitatori, quindi ancora una volta, il mio consiglio è di venire il prima possibile e approfittare di un pass o delle opzioni di acquisto anticipato del biglietto in modo da poter saltare la coda, e andare direttamente all’entrata del monumento.

Foro Romano e Colle Palatino

Il tuo biglietto per il Colosseo è valido anche per l’ingresso al Foro Romano e al Colle Palatino (a condizione che tu visiti lo stesso giorno), che si trova proprio accanto.

Se non acquisti in anticipo un biglietto per il Colosseo, ti consigliamo di visitare prima il Foro Romano, poiché le code per i biglietti sono molto più brevi.

Bocca di verità

Se hai visto il film Vacanze romane con Audrey Hepburn, ricorderai che Gregory Peck e Audrey Hepburn mettono le mani nella bocca di questa enorme figura di pietra, che si dice morda le mani dei bugiardi.

Non si sa esattamente quando o come abbia avuto origine questa convinzione, ma la buona notizia è che anche tu puoi visitare la Bocca della Verità, o Bocca del Verità, e fare un salto per un’opportunità fotografica.

Lo troverai davanti all’ingresso della chiesa di Santa Maria in Cosmedin, anch’essa da visitare. Può darsi da fare qui nei mesi estivi, ma la fila si muove abbastanza velocemente, quindi non dovrai aspettare troppo a lungo.

Piramide di Caio Cestio

Sapevi che Roma ha una piramide in stile egizio vecchia di duemila anni? La Piramide Cestia fu costruita intorno al 12 a.C., in un’epoca in cui Roma era ossessionata da tutte le cose dell’Egitto, e fu costruita come tomba per un ricco romano. Da allora la tomba è stata saccheggiata e poco si sa del suo occupante originale, ma la piramide ricoperta di marmo alta 36 metri è l’unica del suo genere in Europa e penso che valga sicuramente la pena visitarla. Ora è incorporato nelle Mura Aureliane della città (che hanno contribuito a garantirne la conservazione) e uno dei posti migliori da cui vedere se è il cimitero acattolico di Roma. Mentre sei al cimitero, che è un posto meravigliosamente tranquillo, prenditi il ​​tempo per visitare la tomba del poeta inglese Keats, uno il cui “nome è scritto nell’acqua”, morto a Roma alla giovane età di 25 anni, molto prima del suo riconoscimento come uno dei più grandi poeti inglesi di tutti i tempi.

Terme di Caracalla

Ai romani piaceva davvero costruire cose su larga scala. Le Terme di Caracalla non sono da meno. Questo vasto complesso balneare poteva ospitare fino a 1600 bagnanti contemporaneamente, in un complesso che copriva oltre 62 acri. Anche se il tempo ha preso il sopravvento sui bagni, sono ancora aperti ai visitatori. Puoi vagare tra le possenti mura e apprezzare la vasta scala dell’operazione e i milioni di mattoni che sono stati usati per costruirli, così come alcuni dei dettagli sopravvissuti come i pavimenti a mosaico. Non è in cima alla lista dei visitatori di Roma, ma è sicuramente uno dei nostri posti preferiti da visitare in città, quindi ti invitiamo a includerlo nel tuo itinerario, soprattutto perché sei già in zona.

San Giovanni in Laterano

L’Arcibasilica Papale di San Giovanni in Laterano è la chiesa cattedrale di Roma e la sede del Papa in città, e come tale, è una delle chiese più importanti della città. Mentre quasi tutti arrivano alla Basilica di San Pietro, meno persone arrivano qui, a quella che è in realtà la Basilica più antica della città, rendendo questo un luogo più tranquillo e rilassante da visitare. I punti salienti includono l’Obelisco Lateranense, il più grande obelisco egizio in piedi al mondo, il Fante progettato da Borromini, il Chiostro e la Scala Sancta.

Giorno 3: itinerario di Roma

Via Appia Antica e Catacombe

Per il terzo giorno del nostro itinerario di tre giorni a Roma, vi suggeriamo di fare una pausa dalle visite turistiche del centro città e di dirigervi lungo la via Appia.

Costruita nel 312 a.C., si ritiene che questa fosse una delle strade sopravvissute più antiche al mondo, ed era di enorme importanza per l’Impero Romano, collegando la capitale agli insediamenti meridionali tra cui Napoli e Brindisi e consentendo il rapido movimento di truppe e merci . A quel tempo, era la strada più ampia e più lunga del mondo e, a testimonianza della qualità della sua costruzione, gran parte di ciò che puoi vedere oggi è ancora in pietra originale. Quei romani hanno costruito cose per durare!

Ci sono una varietà di attrazioni da vedere lungo la Via Appia, oltre la strada stessa, e le attrazioni principali si trovano lungo i primi dieci chilometri della strada, nel Parco dell’Appia Antica.

Galleria Borghese

Per il terzo giorno del nostro itinerario di tre giorni a Roma, vi suggeriamo di fare una pausa dalle visite turistiche del centro città e di dirigervi lungo la via Appia.

Costruita nel 312 a.C., si ritiene che questa fosse una delle strade sopravvissute più antiche al mondo, ed era di enorme importanza per l’Impero Romano, collegando la capitale agli insediamenti meridionali tra cui Napoli e Brindisi e consentendo il rapido movimento di truppe e merci . A quel tempo, era la strada più ampia e più lunga del mondo e, a testimonianza della qualità della sua costruzione, gran parte di ciò che puoi vedere oggi è ancora in pietra originale. Quei romani hanno costruito cose per durare!

Ci sono una varietà di attrazioni da vedere lungo la Via Appia, oltre la strada stessa, e le attrazioni principali si trovano lungo i primi dieci chilometri della strada, nel Parco dell’Appia Antica.

Non è enorme, si sviluppa su due piani e venti stanze, ma l’alta qualità del lavoro in mostra fa sì che tutto quello che vedi sia fondamentalmente un capolavoro. È anche garantito che non sia troppo affollato, poiché consentono solo 360 persone alla volta. Confronta questo con i 30.000 visitatori al giorno che i Musei Vaticani ospitano e ti divertirai a respirare mentre apprezzi l’arte in mostra.

Giardini di Villa Borghese

Una volta che hai finito con la Galleria Borghese, ti consigliamo di dirigersi sul lato ovest dei Giardini, verso Piazza del Popolo. La vista dalla terrazza che si affaccia su Piazza del Popolo è una delle nostre viste preferite a Roma. È particolarmente bello al tramonto, quindi fai del tuo meglio per programmare la tua visita qui per godertelo e riflettere su tre giorni meravigliosi trascorsi ad esplorare Roma!

Mappa dell'itinerario di 3 giorni a Roma

Ecco una mappa dell’itinerario sopra che mostra tutte le attrazioni nei tre giorni in cui sarai a Roma. Puoi fare clic qui per vedere questa mappa su Google.

Panoramica dell'itinerario di 3 giorni a Roma

  • Giorno 1 : Città del Vaticano, Castel Sant’Angelo, Piazza del Popolo, Piazza di Spagna, Fontana di Trevi, Pantheon, Piazza Navona
  • Giorno 2: Colosseo, Foro Romano, Bocca della Verità, Piramide di Caio Cestio, Terme di Caracalla, Basilica di San Giovanni in Laterano
  • Giorno 3: Via Appia, Galleria Borghese, Terrazza del Pincio.

Con questo articolo spero di aver schiarito un pochino le idee su cosa vedere con una gita di 3 giorni a Roma, ma se invece hai a disposizione un lasso di tempo maggiore, ti consiglio di leggere questa pagina.

Contenuti del articolo

Cosa vedere a Livorno

Le migliori cose da fare a Livorno Pur non essendo una delle più popolose, Livorno è una delle città più importanti d’Italia e della

Cosa vedere a Matera in 10 giorni

In questo articolo ti suggerisco cosa vedere a Matera in 10 giorni Stai pensando di visitare Matera e vorresti conoscerla davvero con un viaggio

Cosa fare in Toscana

Cosa fare in Toscana per viverla intensamente Quindi probabilmente hai letto su tutte le cose che ci sono da VEDERE in Toscana, ma che ne dici delle

Cosa vedere ad Arezzo

La bellissima Città di Arezzo: 10 cose da vedere e fare In questa guida cercherò di suggerirti cosa vedere ad Arezzo, Città ricca di

Cosa vedere a Cortona

Cosa vedere a Cortona: il nostro itinerario Cosa vedere a Cortona? .. Iniziamo con un proverbio locale: “Cortona: madre di Troia e nonna di

Cosa vedere a Firenze in un giorno

In questo articolo ti consiglio cosa vedere a Firenze in un giorno Un giorno a Firenze potrebbe non essere abbastanza per visitare tutta la

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *